Infrastrutture di ricarica: detrazioni fiscali del Decreto Rilancio

La diffusione della mobilità sostenibile, in particolare di quella elettrica, è uno degli obiettivi ritenuti strategici in Italia in seguito all’emergenza Covid-19 e alla necessità di rimodulare il nostro sistema di trasporti per garantire il rispetto delle distanze interpersonali.

Attraverso il Decreto Rilancio sono state varate misure che favoriscono l’acquisto di biciclette, monopattini e auto elettriche, attraverso nuove norme o con il potenziamento di incentivi già esistenti. Opportunità interessanti sono anche state previste per l’installazione di infrastrutture di ricarica per le auto elettriche, come le colonnine o wallbox a parete.

Chi decide quindi di dotarsi di una stazione di ricarica (colonnina o wall box) per auto elettriche può ottenere, una detrazione fiscale del 50% delle spese di acquisto e installazione che può arrivare al 110% grazie al Superbonus previsto dal Decreto Rilancio.

Logiss srl con Ecospazio, ha quindi sviluppato un pacchetto “chiavi in mano” offrendo una soluzione completa per Hotel, Alberghi, Grandi Aziende, Strutture ricettive, etc.

L’offerta Ecospazio è flessibile a seconda delle esigenze del Nostro Cliente:

  • Analisi e Progettazione dell’impianto (stazione di ricarica), analizzando la soluzione più adatta alle esigenze del Nostro Cliente;
  • Progetto elettrico per stazioni che superano i 6kW obbligatorio come da DM 37/08 (firmato da un ing. abilitato);
  • Fornitura e installazione di sistemi di ricarica tramite Wallbox o colonnina di ricarica con potenza da 3,7kW monofase fino a 22kW trifase, con accesso libero, con chiave meccanica, tessera RFiD o App Mobile;
  • Seguiamo Noi per Voi tutte le pratiche per ottenere contributi statali: per aziende bonus pari a 50% fino a 3000€ e per privati bonus fino a 110% fino a 3000€.
  • Su richiesta del cliente, realizziamo la predisposizione per l’installazione con lavori edili ed elettrici

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *